Ecate triforme

hecate.jpg

 

Secondo la mitologia greca Ecate (= colei che colpisce da lontano) era una divinità inizialmente lunare che poi divenne una divinità infernale (i motivi sono incerti) temuta per la sua capacità di evocare mostruose apparizioni e terribili fantasmi che terrorizzavano gli uomini la notte.

art_hekate2.jpg

Secondo Esiodo Ecate era figlia dei Titani Asteria e Perse simboli rispettivamente del cielo stellato e della sua luminosità e da qui probabilmente è derivato il suo significato di divinità lunare. Non è certo come mai sia diventata una divinità infernale: secondo alcuni come personificazione della luna e quindi della notte fu associata alle tenebre; secondo altri perchè in realtà figlia di Zeus e di Era e la madre, arrabbiata con lei, la immerse nell’Acheronte, il fiume dell’oltretomba.

the-goddess-hecate-goddess-of-witchcraft-and-cross-roads.jpg

Era abitudine porre la sua immagine con offerte davanti alle porte delle case e nei crocicchi per tenere lontane le disgrazie.

Veniva rappresentata con un solo corpo ma con tre teste vale a dire con tre corpi uniti per la schiena e veniva detta “Ecate Trimorfa” o “Ecate Trivia”.

Secondo alcuni studioso sarebbe la madre delle maghe Medea e Circe.

Hecatethreedogs.jpg

Gli antichi greci giudicavano Ecate simile alla dea Artemide. Ecate invece ebbe diversi aspetti. Infatti gli antichi chiamavano la dea Ecate triforme sia Proserpina, sia Diana e sia Luna. I greci presso i templi di Apollo e Artemide la onoravano come dea benefica, la quale difendeva con singolare cura le case e le strade. Secondo il poeta greco Esiodo, Ecate fu figlia di Asterie, sorella di Latona e del titano Perse; per giudizio di molti invece Ecate fu figlia di Giove e Demetra. Ecate fu dea potente nei misteri orfici.

jof_hecate_641.jpg

 

Ecate triformeultima modifica: 2010-01-01T10:00:00+01:00da ourorboros
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento